Around Uovo

Ariella Vidach – AiEP (IT)

Corpintensi

DiDstudio – Fabbrica del Vapore
15 – 16 marzo h 20.30

durata 60′

VOC.Solo

Prima italiana

Primo studio sul progetto VOCSET, VOC.Solo sviluppa una riflessione tra mondo tecnologico e sfera sensoriale. Due dimensioni che trovano l’equilibrio attraverso il delicato processo di conoscenza che scaturisce dall’attenzione e dall’ascolto. Il movimento, inteso come puro elemento generatore libero da ogni struttura narrativa, scrive lo spazio.

idea e regia  Ariella Vidach e Claudio Prati – coreografia e danza Ariella Vidach – interazione e composizione audio Paolo Socia – interazione e composizione grafica Sebastiano Barbieri – set design Claudio Prati – costumi AiEP – produzione 2014 / compagnia Ariella Vidach AiEP – organizzazione Chiara Franzosi – con i contributi di
Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Milano, Regione Lombardia – NEXT laboratorio del idee, DECS Cantone Ticino, Swisslos, DAC città di Lugano

[In]Quiete

Finalista Premio Equilibrio 2014

[In]Quiete è un’indagine sullo stato di perenne tensione nel quale l’uomo contemporaneo è costretto a vivere. Da un lato la necessità di essere sempre efficienti e produttivi come il sistema esige, dall’altro la paralisi di fronte al continuo bombardamento di informazioni e di richieste.

da un’idea di Annamaria Ajmone – coreografia e danza Annamaria Ajmone, Chiara Ameglio – musiche Marcello Gori – disegno luci Matteo Cavenaghi – costumi Nouemi Bresciani – organizzazione e cura Giulia Basaglia

www.aiep.org

prenotazioni info@aiep.org 023450996

Space 2.0

Uovo ospita Space 2.0, un progetto europeo promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo in collaborazione con Adam Mickiewicz Institute (Varsavia), British Council (Londra), Onda, French office for performing-art circulation (Parigi), Pro Helvetia (Zurigo), TIN Theater Instituut Nederlands (Amsterdam), Umení – Divadelní ústav Arts and Theatre Institute (Praga), Vti Vlaamse Theater Instituut, (Bruxelles).

Il progetto prevede un programma di mobilità per programmatori di tutta Europa con l’obiettivo di sviluppare nuove progettualità comuni europee e si articola in itinerari tematici e tappe presso sedi di istituzioni culturali, festival, teatri di diverse città europee.
L’itinerario su Public Space and Performing Arts si declina in tre destinazioni europee (Bruxelles, Varsavia, Milano) e Uovo ne ospita la tappa finale.
Venti programmatori europei di performing arts si incontrano a Milano nel contesto del festival per discutere del rapporto tra spazio pubblico e arti performative attraverso l’incontro e il confronto con alcune delle realtà più interessanti dello scenario creativo e culturale milanese (Hangar Bicocca, Museo delle Culture, Superstudio Più, Fondazione Pini, esterni, Cascina Cuccagna, liveinslums).

Lʼincontro internazionale non è aperto al pubblico